chiesadimilano
chiesadimilano

Santuari Mariani - Diocesi di Milano

TORNA ALL'ELENCO

Madonna del Ghisallo
IndirizzoVia Adua - Prov. detta Valassina
ComuneMAGREGLIO
ProvinciaCO
Cap22030
RegioneLombardia
StatoItalia
Telefono031.965127
Fax031.965928
E-mailghisallo.parr@promo.it
 

Il Santuario Madonna del Ghisallo
Storia e presentazione

il Santuario invaso dai tifosiIl Santuario del Ghisallo è una piccola Chiesa situata a Magreglio (Como), a 754 m. s.l.m., al sommo della strada della Vallassina, quella che da Milano porta a Erba e Bellagio, in mezzo ai due rami del Lago di Como. La sua Madonna è riconosciuta Patrona dei Ciclisti.  
La piccola chiesa ha avuto origini umili, nei primi tempi dopo il Mille, come cappella lungo la strada, con una icona venerata dai locali e a protezione dei viandanti. Tra questi si parla anche di un certo conte Ghisallo, sorpreso e minacciato a morte dai briganti durante una partita di caccia. Egli pregò e trovò salvezza presso questa Madonna, che da lui poi prese il nome di "Madonna del Ghisallo".  
Da quel tempo la sua fama crebbe. Nel secolo XIV fu costruita una cappella più ampia. Rovinatasi anche quella, nel 1623 fu costruita l'attuale chiesetta, cui fu aggiunto davanti nel 1681 il portichetto con i tre archi. L'immagine attuale della Madonna è del secolo XVI, copia di quella precedente. Dopo l'invenzione e la diffusione della bicicletta, dalla fine del secolo XIX il Santuario del Ghisallo, per la sua posizione geografica, divenne  meta e palestra del ciclismo.  Terminata la guerra del 1940-45, il Rettore Don Ermelindo Viganò e i Ciclisti professionisti di quel tempo presentarono domanda al Papa, e Pio XII, dopo aver acceso nel 1948 la Fiaccola perenne del Ghisallo, il 13 ottobre 1949 con un Breve Pontificio elesse e decretò la Madonna del Ghisallo Patrona ufficiale dei Ciclisti italiani.  Madonna del Ghisallo Patrona ufficiale dei Ciclisti La venerazione della Beata Vergine aumentò e tutti, Ciclisti, Società, Comitati, fecero a gara a portare cimeli e doni alla loro Patrona. La Chiesetta è piena di tali omaggi: biciclette, maglie, fiaccole votive, trofei, gagliardetti, ecc., dai più famosi ai più umili. Una parete è ricoperta purtroppo dalle effigi dei ciclisti venuti meno col tempo, per lo più tragicamente. Anche il mondo del Ciclismo internazionale frequenta e venera questa Madonna.

La Chiesetta è meta di devozione di molti fedeli, che quiIl tempio religioso e il monumento laico della bicicletta trovano aiuto celeste, serenità e pace, tra cielo e monti: il San Primo (m. 1685) da una parte, il Lago di Como e la maestosa Grigna (m. 2410) dall'altra. Tra le manifestazioni costanti che si svolgono, ricordiamo la Pasqua del Ciclista, il passaggio del Piccolo e del Grande Giro di Lombardia, la Giornata Nazionale della Bicicletta, la Rosa del Ghisallo, la Commemorazione dei Ciclisti caduti e la Giornata dei Campioni. Collabora nella organizzazione e nella vita del Santuario il "Gruppo Sportivo Madonna del Ghisallo". All'esterno sono stati collocati il Monumento al Ciclista nel 1973, la stele di Fausto Coppi (1960), del Rettore Don Ermelindo (1985), il Cippo a Vincenzo Torriani (1996) e la stele a Gino Bartali (2000). Sono in programma altre steli alle celebrità del mondo del Ciclismo. Ora sta sorgendo vicino un grande Museo del Ciclismo , che conterrà storia e cimeli di questo sport.

LA GRANDE FESTA DEL GHISALLO

Decanato Asso
Zona pastorale Zona pastorale III - Lecco
Indietro
@ltre di... Chiesa & Diocesi