TESTATA RAGAZZI RITAGLIO

CHI SIAMO

MAILING LIST

IL GAZZETTINO

L'ECO

CALENDARIO

ORATORIO

RAGAZZI

ADOLESCENTI

      ANIMATORI & EDUCATORI


Arcivescovo

Istituzioni PG

Progetto di PG

Oratorio oggi e domani

Documenti

Sussidi

Sport







fomHome Page Ragazzi e OratorioAnno pastorale 2011-2012







 

 



 

creando e ricreando



«Dio disse: «Facciamo l’uomo a nostra immagine,
secondo la nostra somiglianza:
dòmini sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo» […]
maschio e femmina li creò. Dio li benedisse e Dio disse loro:
«Siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra» […]
Dio vide quanto aveva fatto, ed ecco, era cosa molto buona […] sesto giorno […]
Dio, nel settimo giorno, portò a compimento il lavoro che aveva fatto […]
Dio benedisse il settimo giorno e lo consacrò,
perché in esso aveva cessato da ogni lavoro che egli aveva fatto CREANDO».
(cfr. Genesi 1, 26-2, 3).

 

Il VII Incontro Mondiale delle Famiglie di Milano 2012 con il Papa (dal 30 maggio al 3 giugno 2012) impegna anche gli oratori ambrosiani in un lungo cammino di preparazione che si concluderà con l’accoglienza delle famiglie provenienti da ogni parte del mondo per celebrare insieme le giornate che avranno come tema: «La famiglia: il lavoro e la festa».
Inviteremo, sin dall’inizio del nuovo anno oratoriano, anche i ragazzi e gli adolescenti dei nostri oratori a scoprire che «famiglia, lavoro e giorno festivo sono doni e benedizioni di Dio per aiutarci a vivere un'esistenza pienamente umana» (Benedetto XVI).

Nella vita delle persone la creatività, l’ingegno, la passione e la dedizione sono elementi che mostrano un volto che assomiglia molto all’immagine di Dio, che dal nulla crea tutte le cose. Anche Dio nella sua opera creatrice ha lavorato al fine di realizzare qualcosa che fosse «buono», fino a creare l’uomo e la donna che, nella sua visione, sono il compimento di ciò che è «molto buono». Dio, dinnanzi a ciò «che aveva fatto creando» (Gn 2, 3b) è stato capace di fermarsi e di meravigliarsi, partecipando alla sua creazione quasi ricreandosi (a tal punto da mandare, nel momento opportuno, il suo stesso Figlio nel mondo). Anche in questo, le persone capaci di provare ancora lo stupore per una vita vissuta, condivisa e donata sono il segno del volto del Creatore, che ancora mostra la sua immagine nella festa.

Pensiamo che, nonostante tutto, anche i nostri ragazzi possano essere educati a guardare così le dimensioni del lavoro e della festa, come «ambiti» da vivere da subito, grazie a piccole e grandi scelte di impegno e di servizio e grazie anche alla frequentazione della comunità, come luogo della festa, che trova nell’oratorio un riflesso della vita di famiglia in cui i più giovani, insieme ai genitori e agli educatori più grandi, si esercitano a mettere in pratica le dimensioni del dono e della gratuità, le stesse che ricreano le condizioni di un «mondo» voluto e creato da Dio per essere come Lui.

Per questo traduciamo il lavoro e la festa nello slogan dell’anno oratoriano 2011–2012: CREANDO E RICREANDO, dove il lavoro è visto come accoglienza e prolungamento dell’azione di Dio Creatore (CREANDO) e la festa è segno della «compiacenza» rigenerante di Dio dinnanzi alla capacità autonoma e libera delle creature di vivere in armonia, dentro un disegno di bellezza e di bontà (RICREANDO).

 


Lo slogan e la proposta
CREANDO E RICREANDO

 
 

 

 
L'Icona biblica 2011-2012

Il cammino della pastorale giovanile diocesana per l'anno pastorale «verso Milano 2012» prende forma a partire dal brano biblico della creazione nel sesto e settimo giorno (Genesi 1, 26 - 2,3). Dio crea l’uomo e la donna e poi si riposa. Potremmo dire che – rispetto allo slogan che guida l’Incontro Mondiale delle Famiglie di Milano 2012 – è DIO in primis che LAVORA e FA FESTA.

Il logo CREANDO E RICREANDO



Il logo è l'espressione creativa che presenta la proposta educativa dell'anno oratoriano. Anche il logo è una «catechesi» che servirà a preparare anche i ragazzi all'Incontro Mondiale delle Famiglie, trasmettendo, quasi in un colpo d'occhio, il significato nascosto dietro allo slogan che accompagnerà le attività di animazione CREANDO E RICREANDO.

OraMiLancio
Presentazione agli animatori
dell'anno oratoriano 2011-2012

7-9-16-17 settembre 2011
nelle quattro sedi indicate

Ricordiamo che la Festa di apertura
degli oratori è fissata per il 2 ottobre

Strumenti e materiali per l'animazione
a disposizione
dal 7 settembre 2011


Festa di apertura degli oratori
2 ottobre 2011

 


Verso Milano 2012

«Il modo di vivere le relazioni (la famiglia),
di abitare il mondo (lavoro)
e di umanizzare il tempo (festa)».
Dalle catechesi preparatorie


Qual è il modo di vivere le relazioni? C’è un segreto che è quello nascosto a Nazaret nella vita ordinaria della sacra famiglia: il segreto di Nazaret (vedi prima catechesi preparatoria sul sito www.family2012.com) può svelarci il modo di vivere le nostre relazioni.

Qual è il modo di abitare il mondo? Chi abita in un posto che è suo, chi è «a casa sua» ha un potere che consiste nel cambiare le cose, nella trasformazione che può decidere di attuare, nella linea/direzione/indirizzo/regola che liberamente può dare alla sua «casa». Si abita il mondo sapendo che con le proprie azioni il mondo può trasformarsi ancora (RICREANDO) in qualcosa di «molto buono».

Qual è il modo di umanizzare il tempo? Innanzitutto facendo incontrare chi intende diventare e crescere come uomo (maschio e femmina) con Colui che è pienamente Uomo, con il Signore Gesù che è il solo uomo che ha portato a compimento l’umanità. L’incontro con Gesù deve essere sempre qualcosa di festivo, cioè di fuori dall’ordinario anche se quotidiano e costante (pensiamo dunque alle celebrazioni che facciamo con i ragazzi, ai momenti di preghiera, al nostro modo di annunciare il Vangelo e di trasmettere la fede): per tale ragione quest’anno ci impegniamo ad esempio a fare proposte serie per l’animazione della messa e per la preghiera dei ragazzi in oratorio.
Si tratta di aiutare i ragazzi a ordinare il tempo e a capire che «c’è tempo per ogni cosa e ogni cosa va fatta a suo tempo». Aiutare i ragazzi a capire quando pregare, quando collaborare in famiglia, quando studiare, quando giocare, quando riposarsi è un servizio che chi educa non deve aver timore di realizzare con chiarezza e convinzione.
E infine si umanizza il tempo se il buono diventa «molto»: se si è capaci di dire grazie, di condividere ciò che si è e ciò che si ha, se si fa il primo passo nell’amicizia e nell’aiuto, se si chiede scusa e si perdona, ecc. (vedi la quarta catechesi preparatoria su www.family2012.com).


Sfondo dell’intera proposta: la mondialità

L’accoglienza è il cardine per la buona riuscita dell’Incontro Mondiale delle Famiglie: si accoglieranno altre famiglie provenienti da tutto il mondo per farle sentire «a casa»… anche loro hanno fatto un percorso di preparazione che consiste nell’aver riflettuto sul tema «La Famiglia: il lavoro e la festa».

 • Testo e accordi dei canti della proposta 2011-2012
 • Partiture canti proposta
• Video gesti canto «Creando e Ricreando»
 Calendario essenziale Servizio ragazzi, adolescenti e oratorio - Anno 2011-2012 • La data dei Cresimandi è stata modificata: l'incontro si terrà nella mattinata di sabato 2 giugno 2012, anziché il 26 maggio.
Fly Family! Campagna di gemellaggio e accoglienza fra oratori e famiglie del mondo
 

 
Copyrights 2003 - 2006 ITL - tutti i diritti riservati