TESTATA RAGAZZI RITAGLIO

CHI SIAMO

MAILING LIST

IL GAZZETTINO

L'ECO

CALENDARIO

ORATORIO

RAGAZZI

ADOLESCENTI

      ANIMATORI & EDUCATORI


Arcivescovo

Istituzioni PG

 

Oratorio oggi e domani

Documenti

Sussidi

Sport








ARCIDIOCESI DI MILANO
CAMMINAVA CON LORO  -  PROGETTO DI PASTORALE GIOVANILE
 


IL NUOVO PROGETTO DI PASTORALE GIOVANILE DELLA DIOCESI

Il mistero di Cristo  -  La comunità cristiana  -  La cura pastorale

Intervista a Mons. Pagani sul nuovo Progetto di PG

Le mappe delle Unità di Pastorale Giovanile

  L'annuncio del vangelo conduce all'incontro personale con Gesù; il Cristo Risorto ci ha rivelato il cuore del Padre ed è presente nella sua Chiesa con il dono dello Spirito santo.

  La cura pastorale dei ragazzi e dei giovani è sempre stata nella vita della Chiesa un ambito educativo privilegiato; oggi, in particolare, se ne avverte l'importanza a causa dei forti cambiamenti sociali in atto e a motivo della relativa fatica che la comunità cristiana incontra nel trasmettere la fede.

  Oggi, in quest'ottica, è anche necessario porre molta attenzione alla formazione spirituale e all'attitudine pedagogica dei genitori, dei presbiteri, delle persone consacrate e degli operatori di Pastorale giovanile nel contesto più ampio di tutta la comunità ecclesiale.

  Per molte ragioni oggi si parla di «urgenza educativa». Il Progetto di Pastorale Giovanile Camminava con loro, che evoca idealmente il cammino dei discepoli con Gesù sulla strada di Èmmaus, è rivolto a tutti i fedeli della comunità cristiana, giovani e adulti, ma anche a coloro che, sensibili al mondo dei ragazzi e dei giovani, riconoscono nel compito educativo una grande sfida per il futuro delle nuove generazioni.

  Con questo Progetto di Pastorale Giovanile manifestiamo la gioia e la fiducia nella nostra Chiesa ambrosiana, la quale è chiamata ad esprimersi con autentica passione in una vera pedagogia della fede e in un autentico slancio missionario.

  Il Progetto si compone di tre parti, diverse e complementari:

La sintesi del Progetto di Pastorale Giovanile  -  Le mappe delle UPG

Il mistero di Cristo  -  La comunità cristiana  -  La cura pastorale
 


1. IL MISTERO DI CRISTO
Spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui

  La prima parte del progetto presenta in maniera sintetica i contenuti essenziali della proposta cristiana.

  Lo stile del testo è volutamente narrativo e introduttorio: assume la forma di un racconto breve del cristianesimo dal forte sapore missionario, pensato soprattutto per coloro che lo vogliono riscoprire nella loro essenzialità o per chi si affaccia per la prima volta all'esperienza cristiana.

  Nel primo capitolo si propone la narrazione di una fede che cerca l'intelligenza del mistero cristiano (fides quaerens intellectum), a partire dal racconto sintetico che l'evangelista Luca propone al capitolo 24 del suo Vangelo.

  Il lettore è accompagnato in una progressiva scoperta di Gesù: la vita di Gesù di Nazareth, narrata nella fede della Pasqua, è insieme fatto e parola; le varie sequenze della sua vita sono manifestazioni concrete del volto di Dio, che raggiungono l'uomo nella sua totalità e nella sua storia.

  Si è introdotti progressivamente alla sequela di Cristo e ai misteri del Regno di Dio.

  Nel secondo capitolo, da leggere in modo parallelo al primo, si accenna ad un'analisi dell'esperienza umana mettendo in luce come l'umano sia aperto di per se stesso al mistero di Dio (intellectus quaerens fidem): infatti educare nella fede significa ritrovare la traccia di Dio nell'umano e aprire l'umano alla profondità divina.
 


2. LA COMUNITÀ CRISTIANA
Si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero

  La seconda parte del progetto si apre con una descrizione dei tre passaggi della trasmissione della fede: la rivelazione, la comunione, la missione.

  Nella comunità cristiana si custodisce, infatti, il patrimonio della fede, e lo si trasmette alle nuove generazioni, cercando di rendere credibile l'agire di Dio nel mutare della storia.

  Il primo capitolo rende esplicito l'annuncio del vangelo e mette in luce la centralità di Cristo, vero rivelatore del Padre e unica Verità per l'uomo.

  La contemplazione del Signore avviene attraverso l'ascolto della Parola, la celebrazione dei sacramenti e l'esercizio della carità.

  La vivacità spirituale della Chiesa ravviva il rapporto di comunione che si costruisce tra i cristiani.

  La grazia del Signore, la conversione del cuore e della vita generano nel tempo il volto sempre nuovo delle comunità, in cui il carisma dei giovani si esprime in maniera originale attraverso linguaggi, relazioni e grandi responsabilità.

  Infine, la gioia della fede si esprime con coraggio e perseveranza, in uno stile perenne di missione, intesa come fonte di speranza, esperienza umile di servizio e costruttiva responsabilità per il mondo.

  Il secondo capitolo descrive la passione educativa del cristiano e delle comunità, mettendo in evidenza il contesto interculturale, comunicativo e vocazionale in cui crescono i ragazzi di oggi.

  A partire dai vari ambiti di vita in cui i giovani si esprimono, emergono in tutta la loro importanza le figure educative dell'accompagnamento, chiamate ad operare in stretta alleanza tra loro.

  Infine vengono illustrate le varie tappe della vita, in cui seguendo le diverse età si declina la pedagogia della fede.
 


3. LA CURA PASTORALE
Partirono senza indugio e fecero ritorno a Gerusalemme

  La terza parte del progetto mette in luce come l'accompagnamento educativo delle persone e dei gruppi richiede saggiamente una certa codificazione dei percorsi e delle esperienze: le istituzioni rappresentano, infatti, il frutto prezioso che esprime la ricchezza della nostra tradizione ecclesiale; inoltre, la preoccupazione evangelica di rimanere aderenti ai vissuti reali delle comunità e ai mutamenti culturali del tempo presente richiede una seria e non facile innovazione.

  Il primo capitolo presenta le istituzioni diocesane e le istituzioni locali della Pastorale giovanile, dando a queste ultime un particolare rilievo innovativo che impegnerà non poco tutta la comunità diocesana, soprattutto in riferimento alla costituzione delle Unità di Pastorale giovanile, alle Équipe di Unità di Pastorale giovanile, ai Centri Giovanili e al rilancio degli Oratori.

  Un'importanza tutta particolare dovrà essere riservata alla formazione dei Responsabili delle Istituzioni, uomini e donne, consacrati e laici che si prendano a cuore il compito educativo dei ragazzi e dei giovani.

  Il secondo capitolo espone concretamente l'itinerario di formazione dei responsabili delle istituzioni, in riferimento al cammino spirituale personale, all'abilitazione diocesana e all'incarico pastorale.
 



fomHome Page Ragazzi e OratorioPastoraleProgetto di PG




 
Copyrights 2003 ITL - tutti i diritti riservati